Giampilieri - Two years after

My first photo report's aim to document what happened in October 2009 in Giampilieri and neighboring sicilians municipalities: 37 victims, more than seventy wounded and about 400 evacuees due to a storm that caused landslides.


The flooding took place in Sicily two years ago and I felt compelled to attend in person to the disclosure of what happened, especially given the fact that despite the time spent, the reconstruction is still far from finished.


Never having been in Giampilieri, the first thing I had in mind to do was to go into a bar, take a coffee and ask the bartender some informations. This transaction was not trivial as I expected! The main bar of the country it was submerged by mud and unfit for use for the building so the coffee bar, to continue working, it was moved inside a container in which they placed a coffee machine, some candies pockets and cold foods.


As soon as I entered the land, the silence and desolation of the old streets torn by the tragedy has struck me more than the wooden beams that block the entrances of the unsafe buildings. I was ready to see people trying to rebuild their homes but never like this time the click of my camera was so loud and intrusive!


---------------------------------------------------------------------------------

Il mio primo reportage fotografico nasce dalla voglia di documentare quanto accaduto nell'ottobre del 2009 a Giampilieri Superiore e nei limitrofi comuni Siciliani: 37 vittime, più di settanta feriti e circa 400 sfollati a seguito di un nubifragio che ha causato frane e smottamenti.

L’inondazione è avvenuta in Sicilia due anni fa e mi sono sentito in dovere di partecipare in prima persona alla divulgazione di quanto accaduto, soprattutto in considerazione del fatto che nonostante il periodo trascorso, i lavori di ricostruzione sono ancora lontani dall'essere terminati.

 

Non essendo mai stato prima nel paese di Giampilieri, la prima cosa che avevo in mente di fare appena arrivato era quella di entrare in un bar, prendere un caffè e chiedere informazioni al barista. Anche questa operazione per quanto banale non è stata esattamente come mi aspettavo! Il bar principale del paese infatti è stato sommerso dal fango e l'edificio inagibile per cui il bar, per continuare l'attività, è stato spostato all'interno di un container in cui sono stati inseriti una macchina del caffè, qualche pacchetto di caramelle e della tavola fredda.

 

Non appena entrato nel paese, il silenzio e la desolazione delle vecchie vie martoriate dalla tragedia mi ha colpito più delle travi di legno che bloccano gli ingressi degli edifici pericolanti. Ero pronto a vedere persone intente a ricostruire le abitazioni ed invece mai come questa volta il click della mia macchina fotografica è stato assordante ed intrusivo! 

 

La frana ed il nubifragio a Giampilieri
Giampilieri flood - Two years after

Bookmark this website

I sell my fine art prints through the print on demand program on Fine Art America allowing buyers to own beautiful pieces of artwork for a fraction of the price of an original.

 

Scroll the images, select the picture you want and just click to be redirected to the FineArtAmerica tab.

 

Each purchase comes with a 30-day money-back guarantee.

Art Prints